fbpx
domenica , 9 Maggio 2021
donna e cane mangiano cioccolato | avvelenamento da cioccolato nei cani

Avvelenamento da cioccolato nei cani

Ultimo aggiornamento: 2 Maggio 2021 da Nico

Se c’è una cosa importante a cui dovresti prestare molto attenzione, per mantenere in vita il tuo cane per molti anni, è il riconoscimento dei sintomi di avvelenamento da cioccolato nei cani. I cioccolato sono una delizia per i bambini e ami vedere il sorriso sui loro volti nel momento in cui lo assaporano, tuttavia non otterrai la stessa reazione dal tuo cane perché il cioccolato è tossico per loro.

Il cioccolato è letale per il cane

Le piante di cacao contengono teobromina e caffeina. Questi elementi inducono, nei nostri amici a quattro zampe, una difficolta nella metabolizzazione ossia la trasformazione delle sostanze durante la digestione. ristoro fisicamente presente si trova principalmente nelle fave di cacao. La teobromina aumenta gli effetti dannosi sul sistema nervoso centrale e sul cuore del cane.

Sebbene gli effetti dipendono dalle quantità di cioccolato ingerito e dal tipo di cioccolato, è la teobromina responsabile dell’ avvelenamento da cioccolato nei cani.

  • Quantità di teobromina pari 20 mg/kg, inducono conseguenze lievi o moderate;
  • Quantità di 40-50 mg/kg hanno conseguenze gravi;
  • Per quantità superiori a 60 mg/kg portano il cane a fenomeni convulsivi.

Biscotti al cioccolato: avvelenamento del cane

Finora abbiamo parlato della cioccolata pura, ma seppur meno pericolosi tutti i biscotti o dolci contenenti cioccolato devono essere temuti anche se posseggono una quantità diminuita di teobromina. Ricorda che se la dose di questi alimenti è mangiata in quantità elevate, l’effetto che produrrà sarà una sintomatologia gastroenterica e nei casi più gravi pancreatite acuta.

Comunque una visita al medico veterinario potrà eliminare ogni dubbio.

I sintomi di avvelenamento da cioccolato nei cani

Dopo alcune ore dall’ingestione della cioccolata, di solito i cani rigurgitano. Altri segni di intossicazione includono iperattività e diarrea. Con il passare delle ore, aumenterà l’assorbimento di sostanze tossiche, con il conseguente aumento della frequenza cardiaca.

L’aumento della frequenza cardiaca induce irrequietezza, respirazione affannosa, aumento della minzione, contrazione muscolare, iperattività e aritmia. Purtroppo questi sintomi, protratti nel tempo, portano il cane a convulsioni, tremori muscolari, ipertermia, coma e morte.

Primo intervento in caso di avvelenamento da cioccolato

Un proprietario consapevole deve essere pronto per questo pericolo e pertanto, la conoscenza delle basi di primo intervento è vitale per la sopravvivenza del cane stesso. Non farti prendere dal panico perché il primo trattamento è piuttosto facile se il tuo cane viene colpito da un avvelenamento da cioccolato.

Il primo obiettivo è quello di eliminare subito il cioccolato, prima che la teobromina circoli in tutto il corpo del cane, pertanto bisogna indurre il vomito. È evidente che la migliore soluzione sarebbe quella di portare immediatamente fido da un medico veterinario, il quale somministrerà dei farmaci che produrranno il vomito in pochi minuti.

Ci sono diversi fattori da considerare prima di far vomitare il cane:

  • Tipo di sostanza ingerita.
  • Il tempo passato dal momento dell’ingestione.
  • Le informazioni dei sintomi legati alla tossicità della sostanza ingerita.

Ci sono due metodi casalinghi per far vomitare il cane:

  • Con acqua ossigenata: diluire 1 ml di acqua ossigenata per ogni chilo del peso del cane. Se dopo circa 20 minuti il cane non riesce a vomitare, ripetere la procedura con metà della dose, cioè 0,5 ml per chilo del peso del cane.
  • Con il sale: diluire da 1 o 2 cucchiaini di sale in un bicchiere d’acqua e somministrarlo al cane per via orale con una siringa (senza ago) direttamente in bocca.

Questi metodi dovranno indurre il tuo cane a sbavare, avere nausea o contrazioni addominali: questo significa che l’azione intrapresa è stata efficace.

I metodi descritti per indurre il vomito nel cane possono essere rischiosi per la salute del tuo cane: potranno causare gastrite o avvelenamento per la quantità di salinità. È dunque essenziale contattare il tuo medico veterinario prima di eseguirle.

Fai sempre attenzione a cosa lasci in giro per casa o cosa lecca il cane all’esterno. Insegna anche al resto della famiglia e ad amici che il cioccolato è veleno per i cani, in modo che possano anche condividere questo sapere con altri amici proprietari di cani.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda l’avvelenamento da cioccolato nei cani, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo e ti invitiamo a consultare un professionista di tua fiducia per qualsiasi tipo di malessere o problema educativo/comportamentale.

Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?  Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, o nella nostra pagina facebook  e telegram.

Check Also

cane castrato con ferita

Castrare un cane maschio pro e contro

Ultimo aggiornamento: 19 Aprile 2021 da Nico È eticamente corretto castrare un cane? Questo è …

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x