crocchette o umido

Crocchette o umido sono le due soluzioni, commercialmente disponibili, per l’alimentazione del nostro amico a quattro zampe.  Come riferito dal regolamento (CE) 767/2009, gli alimenti umidi contengono più del 34% di acqua mentre un mangime secco, crocchetta, ne racchiude una quantità inferiore al 14%.

PERCIÒ TRA CROCCHETTE O UMIDO COSA SCEGLIAMO?

Confrontiamo i vantaggi e svantaggi di un'alimentazione con crocchette o umido, per aiutarci a comprendere meglio:

Le crocchette o cibo secco

  • Praticità di conservazione e trasporto;
  • Data di scadenza generalmente molto lunghe;
  • Aiuta a contrastare placca e tartaro, durante la masticazione;
  • Ha una concentrazione caloria molto alta, dal punto di vista nutrizionale;
  • Non è particolarmente saporito, quindi non è gradito da tutti i cani specialmente in caso di inappetenza;
  • Attenzione ad acquistare solo prodotti di qualità, che altrimenti potrebbe condurre a patologie metaboliche il nostro amico a quattro zampe.

L’umido o scatoletta

  • Ha un sapore molto appetibile quindi più facile, in caso di inappetenza, indurre il cane a mangiare;
  • Avendo al suo interno una quantità di acqua maggiore, indirettamente il cane assumerà acqua (che in caso di determinate patologie è importante);
  • Ha meno concentrazione calorica ed è molto più digeribile del cibo secco;
  • Ha un costo maggiore e favorisce placca e tartaro;
  • Generalmente un alimento umido una volta aperto dovrà essere consumato nell'arco di due o tre giorni, e durante tale periodo conservato in frigorifero;
  • Bisogna fare attenzione alla distinzione tra: Cibo umido complementare: hanno bisogno di un'integrazione supplementare, su indicazione di un veterinario nutrizionista; Cibo umido completo: da solo soddisfa la copertura nutrizionale del nostro cane.

Ora crediamo che abbiamo le idee più chiare sia su come leggere le etichette, che sulle differenze tra le crocchette o l’umido.

Questo articolo è puramente informativo: ti invitiamo a portare il cane dal veterinario nutrizionista nel caso in cui si presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio legato all’alimentazione.

Ti è stato utile questo articolo? Partecipa attivamente, commenta o condividi, dal sito o dalle nostre pagine social.

Immagine: Pixabay

Commenti offerti da CComment