la parvovirosi nel cane

La parvovirosi nel cane è una malattia molto pericolosa e molto contagiosa: l’agente infettante è il parvovirus, che viene trasmesso da un cane all’altro attraverso la saliva, il vomito e le feci. Una volta nell’organismo la malattia della parvovirosi nel cane ha un periodo d’incubazione che varia dai 3 ai 10 giorni, dopodiché essa attacca i linfonodi della gola, il flusso sanguigno, il midollo spinale e le pareti intestinali.

LA PARVOVIROSI NEL CANE SI TRASMETTE ALL'UOMO

La parvovirosi nel cane hanno dei sintomi che non devono essere sottovalutati tra cui affaticamento, inappetenza, vomito e diarrea (anche di tipo emorragico, con il passare delle ore). A questi primi sintomi si aggiungono febbre e abbassamento dei globuli bianchi. Se non trattata tempestivamente, la parvovirosi nel cane, può essere letale per il nostro amico a quattro zampe, a causa della disidratazione provocata da vomito e diarrea.

È importante ricordare che esiste un vaccino contro la parvovirosi nel cane. I cani più a rischio di contrarre la malattia sono i cuccioli, proprio perchè non hanno completato il ciclo vaccinale, e i cani anziani perché hanno le difese immunitarie più basse.

LA PALVOVIROSI NEL CANE - PREVENZIONE

Le regole generali per prevenire la parvovirosi nel cane sono:

  • Eseguire il vaccino e rinnovarlo ciclicamente;
  • Raccogliere sempre le feci quando il cane sporca in un luogo pubblico;
  • Evitare di andare in luoghi frequentati da altri cani se si ha un cucciolo, che non ha completato il ciclo vaccinale, o un cane anziano debilitato da qualsivoglia malattia.

Questo articolo è puramente informativo: ti invitiamo a portare il cane dal veterinario nel caso in cui, nel tuo cane, si presenti qualsiasi tipo di malessere o fastidio.

Ti è stato utile questo articolo? Partecipa attivamente, commenta o condividi, dal sito o dalle nostre pagine social.

 

Commenti offerti da CComment