fbpx
lunedì , 2 Agosto 2021
cane con difficoltà stitichezza

Cane stitico: cause, diagnosi e trattamento

La stitichezza nel proprio cane si riferisce all’incapacità dello stesso ad evacuare giornalmente le feci normali. In particolare il cane stitico si sforza quando defeca o produce feci dure come pietre.

Approfondiamo quali sono le cause che favoriscono la stitichezza nel cane e conosciamo quali misure possiamo mettere in atto per prevenire la costipazione del nostro cane.

Cos’è la stitichezza nei cani

Cos’è la stitichezza? E perché il mio cane è stitico? sono le domande più frequenti che un proprietario si pone quando scopre la stitichezza nel proprio amico a quattro zampe. Questo sintomo gastrointestinale può causare letargia, gonfiore ed estremo disagio addominale.

Sebbene rimedi su come fornire un’alimentazione bilanciata ed evitare l’ingestione di oggetti e cibi insoliti contribuisca alla prevenzione dei disturbi gastrointestinali, questi possono eventualmente verificarsi e la diagnosi e il trattamento corretti saranno essenziali per recupero degli animali domestici.

Cane stitico sintomi

La maggior parte dei cani ha una routine di evacuazione giornaliera. Probabilmente lo sai già dal numero di volte che il tuo cane chiede di andare fuori durante il giorno. Tenere traccia delle abitudini del tuo animale domestico è molto importante per notare immediatamente quando qualcosa non va.

La stitichezza è un termine che si riferisce a cambiamenti nei movimenti intestinali, che causano ritenzione di feci o difficoltà nell’evacuazione. Le feci sono dure e possono contenere sangue.

Se fido non ha defecato per più di un giorno, e mostra segni di disagio o mancanza di appetito, consultare subito il medico veterinario.

Un altro sintomo è notare un cane stitico dopo diarrea in particolar modo quando il cane espelle feci con sangue e muco (pseudodiarrea). Si tratta di una conseguenza della stitichezza cronica che potrebbe manifestarsi anche con sintomi generici come mancanza di appetito, fiacchezza, vomito e flatulenza.

Cane stitico nella fase di evacuazione
Stitichezza cane

Cane stitico cause 

L’età è tra le cause principali della stipsi del cane. A causa della ridotta attività intestinale, i cani anziani sono i più soggetti a soffrire di questo disturbo. Più le feci del cane restano nel suo intestino, più l’intestino assorbe l’acqua contenuta nelle feci che per questo diventano dure e difficili da evacuare.

Altre cause che possono provocare la stipsi nel cane possiamo ricordare l’ipotiroidismo, l’ingestione di materiali non digeribili come fibre di capelli o vegetali che mescolandosi alle feci. La stitichezza può essere acuta o cronica

Anche alcune tipologie di farmaci possono provocare la costipazione tra i loro effetti collaterali.

Alla difficoltà di evacuazione potrebbe essere accompagnata anche altri disturbi quali bruciore, prurito anale o prolasso rettale

Cane stitico diagnosi  

Cosa fare se il cane non fa la cacca? Se noti il cane stitico da due giorni o se si sforza nell’atto dei bisogni accovacciandosi lentamente o lamentandosi, è importante rivolgersi allo studio veterinario, perché potrebbero esserci alcune patologie che possono emergere proprio con sforzi che il cane fa per defecare.

Il cane che non fa la cacca è soggetto a complicanze come la colite o ostruzioni anorettali. Il veterinario dovrà escludere questi e altri disturbi, prima di diagnosticare la stitichezza nel cane.

D’altra parte quando il cane non fa la cacca non possiamo pensare di applicare le cure fai da te senza prima escludere che gli sforzi per defecare sono dovuti ad una patologia di base. Non solo non risolveremo il problema, ma aggraveremo la condizione di salute del cane.

immagine link suggerito verso articolo correlato affido del cane in caso di separazione

L’esame radiografico dell’addome si rende utile per identificare il colon disteso e pieno di feci, oltre che evidenziare la costipazione da corpi estranei.

Prevenzione della stipsi del cane 

Ci sono una serie di azioni che possiamo mettere in campo per evitare che i cani soffrano di stitichezza e che saranno in grado di risolvere i casi più lievi.

  • Corretta idratazione – Il cane deve sempre avere a disposizione acqua pulita e fresca. Questo è un punto particolarmente importante specialmente se la sua alimentazione è a basso contenuto di acqua, come le crocchette. Se la stitichezza persiste possiamo considerare il cibo umido per cani.
  • Qualità della sua alimentazione – la dieta deve garantire un buon transito intestinale non astringente e con fibre. Per i cani anziani abituati con le crocchette, possiamo bagnarle con acqua per aumentare l’assunzione di liquidi.
  • Mangiare materiali non digeribili – Se il cane mostra la tendenza a deglutire qualsiasi cosa, dobbiamo correggere questo comportamento, frequentando un addestramento cinofilo specifico.
  • Evitare inibizioni psicologiche – prestiamo attenzione al modo in cui insegniamo al cane a soddisfare i suoi bisogni all’aperto: tutti i cani dovrebbero sempre avere sufficienti opportunità di evacuazione.
  • Attività fisica giornaliera – le passeggiate regolari migliorano la salute e il transito intestinale.

Cane stitico alimentazione 

Una dieta ottimale per i cani stitici dovrebbe essere formata da un’alimentazione che non deve sovraccaricare il tratto digestivo, consentendo un miglior transito delle feci.

Come influisce la dieta sulla stitichezza del cane?

Sopratutto se il cane ha un’alimentazione casalinga, dovrebbero essere eliminati i cibi piccanti, sale o oli scadenti.

Cane stitico cosa fargli mangiare?

Dovrebbe essere incentivata la combinazione gli alimenti come pollo bollito, coniglio e tacchino senza pelle, nasello bollito, riso bianco bollito, carote, patate e zucca bollita.

Anche le verdure a foglia verde sono ottimi rimedi contro la stitichezza nel cane e ricordate che nella dieta casalinga è importante far bollire il cibo e rimuovere la pelle da tutti gli alimenti.

Cane stitico rimedi naturali

Cane stitico cosa fare? Se il nostro cane ha difficoltà a defecare o impiega diversi giorni senza farlo, possiamo provare i lassativi naturali per cani come un cucchiaio di olio d’oliva, una dieta con una percentuale più elevata di acqua e fargli fare più esercizio fisico. Se il cane non defeca durante lo stesso giorno, consulta il veterinario.

Quando ci sono invece implicazioni psicologiche nel cane, la prima misura è aumentare il numero di passeggiate con i cani in modo di incrementare le sue possibilità di defecare. 

Se il veterinario esclude le cause fisiche e di salute, sarà necessario rivolgersi ad un educatore cinofilo serio e professionale. Hai anche tu dei rimedi casalinghi contro la stipsi canina che vorresti condividere?

Il cane costipato può assumere medicinali?

I farmaci lassativi per cani sono prescrivibili solo dal veterinario e possono essere somministrati ai cani. Il farmaco idrata le feci o aumenta la mobilità intestinale e vengono utilizzate per curare la stitichezza, non per prevenirla.

Cane stitico come aiutarlo? Anche se abbiamo il lassativo per cani a casa, non dovremmo mai somministrarlo al cane. Solo il medico veterinario ha la competenza di prescrivere il lassativo appropriato tenendo conto dello stato di salute e degli effetti collaterali che avranno sul cane. 

I lassativi hanno anche effetti negativi e potrebbero essere dannosi per il cane se somministrati in modo inadeguato.

immagine link suggerito verso articolo correlato sul benessere cani

Cane cucciolo stitico

Un cucciolo stitico lo puoi notare perché appare agitato e tende ad alimentarsi in modo minore del solito.

Naturalmente per ogni proprietario consapevole è decisamente preoccupante vedere la stitichezza nel cucciolo, ma oltre a consultare il proprio medico veterinario, come nei cani adulti ci sono alcuni accorgimenti per aiutarlo ad affrontare meglio questo disturbo.

Alimentazione per i cuccioli stitici

Le fibre svolgono un ruolo importante per prevenire la stitichezza del cucciolo. Come nei cani adulti anche una buona idratazione consentirà al cucciolo di espellere con più facilità la cacca.

In genere questi alimenti per cuccioli contengono poca fibra e sono pieni di conservanti e coloranti chimici. L’effetto combinato di tutti questi elementi può causare stitichezza e altri problemi di salute nel cucciolo.

Quando si cambia tipologia di crocchette o si passa ad un’altra marca, ricordarsi di farlo gradualmente e seguendo la regola del terzo.

Per le problematiche che sono correlate alla stitichezza del cucciolo, come lo stress e l’esercizio fisico, possiamo far riferimento a quanto scritto per il cane adulto.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda la stitichezza dei cani, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?

Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, nella nostra pagina facebook o sul canale telegram.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietrario di due Border Collie sono molto curioso del mondo cinofilo e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità dal mondo pet.

Potrebbe interessarti

immagine cane scava buche in giardino

Che cosa significa quando il cane scava buche nel giardino?

Molti proprietari che vivono in casa con giardino affrontano un problema: prima o poi il …

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x