fbpx
venerdì , 21 Gennaio 2022
Cane sdraiato sulla neve

Proteggere il tuo cane sulla neve e ghiaccio

Tempo di lettura stimato: 4 minuti

Nessun cane può esimersi dal giocare in una fresca coltre di neve: infatti, la maggior parte di loro si scatena con gioia alla sola vista della neve. Ma l’inverno porta con sé anche dei pericoli legati alla neve, tra cui il sale antighiaccio, le temperature fredde, la neve profonda, il ghiaccio scivoloso e molto altro.

Dunque, da proprietario consapevole, devi comprendere le precauzioni da adottare prima di portare il cane sulla neve durante l’inverno.

Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo? Partecipa attivamente e scrivi la tua esperienza in questa pagina, o nella nostra pagina facebook.

Cane sulla neve a casa

Prepara, o porta con te, degli asciugamani puliti in modo che siano utili per asciugare il tuo cane quando termina la passeggiata sulla neve.

I cani anziani sono a più alto rischio di infortuni sul ghiaccio: se nevica, e sei a casa, ricorda di spalare la neve dalle passerelle sia per evitare che il sale possa bruciare i cuscinetti, sia per verificare la presenza di ghiaccio.

Gli shock termici pericolosi per il cane

Passando dal caldo della casa al freddo, che contraddistingue l’aria esterna sulla neve, il cane è fortemente esposto al fenomeno dello shock termico. La grande differenza di temperatura danneggia il corpo di fido, che può essere esposto ad attacchi di varie patologie, in particolare quelle respiratorie.

La cosa da fare per evitare questo tipo di problema è non esporre bruscamente il cane al freddo esterno, ma piuttosto sarà necessario procedere per gradi. Ad esempio, puoi tenere il cane per alcuni minuti vicino alla porta di casa leggermente aperta, oppure aprire i finestrini dell’auto prima di arrivare alla meta turistica.

Abbigliamento cane sulla neve – Anche l’abbigliamento idoneo è importante: puoi coprire il cane con un cappottino, per proteggerlo dal freddo, ma assicurati di pulire e asciugare il cappotto appena rientrato a casa o in hotel.

Il rischio della neve mangiata dal cane

cane che mangia sulla neve

Durante le scorribande che il cane compie giocando sulla neve possono, volontariamente o involontariamente, ingoiare una certa quantità di neve. Il che, ancora una volta, comporta rischi per la loro salute.

I cani hanno un sistema digestivo vulnerabile e possono manifestare vomito e diarrea. Il pericolo aumenta dopo sulle strade sono sparse di sale che serve a sciogliere la neve e rendere le strade più percorribili.

Deglutendo grandi quantità di neve, miste ad altre sostanze, i cani sono a rischio: l’avvelenamento da sale è associato ad uno squilibrio che può portare ad una significativa disidratazione. Le manifestazioni che in genere riscontriamo possono variare dal dolore addominale, al vomito, alla diarrea fino alle convulsioni nei casi più gravi.

Naturalmente se noti questi sintomi devi portare il tuo cane dal medico veterinario, per ricevere un trattamento che faciliti l’eliminazione del sale in eccesso.

Polpastrelli del cane sulla neve

Il freddo e l’umidità della neve attaccano i cuscinetti, che sono a diretto contatto con gli elementi esterni e che sopportano notevoli sollecitazioni durante la camminata, la corsa e il salto.

Le manifestazioni principali sono le crepe e le fessure che causano forti dolori impedendo al nostro amico a quattro zampe di muoversi normalmente. Personalmente applico della crema per polpastrelli per il cane, suggerite dal veterinario, prima della passeggiata sulla neve.

È anche una buona idea tagliare i peli alloggiati tra i cuscinetti per evitare accumuli di ghiaccio in questi parti piuttosto sensibili. Dopo l’uscita, le zampe devono essere risciacquate con acqua tiepida e asciugate accuratamente.

Esistono in commercio una specie di calze per cani che forniscono una discreta protezione, ma non tutti i cani le accettano. Anche in questo caso, è fondamentale verificare che siano asciutti prima di farli indossare dal cane.

Non cercare di strappare i grumi di ghiaccio dal pelo, perchè farà male e potrebbe creare problemi.

Quanto tempo può stare il cane sulla neve?

Goditi il divertimento invernale all’aria aperta per brevi periodi. Una regola che mi hanno suggerito è stare al freddo fino a quando il tuo corpo dice che è ora di rientrare: probabilmente lo sarà anche per il tuo cane.

Comunque, se noti che il cane ha brividi o si muove più lentamente del solito sarà meglio rientrare, anche perché l’esposizione prolungata al freddo è pericolosa per i cani, che sono soggetti al congelamento e all’ipotermia proprio come noi.

I segni del congelamento o ipotermia

Il congelamento si verifica quando il corpo attira calore al suo nucleo e le estremità diventano sempre più fredde: la pelle congelata alla fine diventa nera e inizierà a staccarsi. Le orecchie, le zampe e la coda del cane sono le parti più vulnerabili.

I primi segni di ipotermia comportano freddo e brividi. Man mano che l’ipotermia avanza, un cane può diventare letargico, depresso e debole. Alla fine, si irrigidirà, la sua frequenza cardiaca e la respirazione rallenteranno e non risponderà più agli stimoli.

Controlli da fare al rientro

Lava le zampe del tuo cane con un panno caldo, per sciogliere i grumi di ghiaccio e verifica la presenza di abrasioni, lesioni o altre anomalie: premi delicatamente sui cuscinetti con il pollice e verifica se il cane mostra segni di disagio.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda come proteggere il cane dai pericoli del freddo e della neve in inverno, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo e non sostituisce il parere medico.

Quanto è stato utile questo post?

Clicca su una stella per votarla in modo anonimo

Voto Medio 5 / 5. Conteggio voti: 1

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietario di due Border Collie, sono un appassionato del mondo pet e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità.

Potrebbe interessarti

cane sotto l'albero di natale

Tossicità delle piante di Natale nei cani

In occasione del periodo natalizio è tradizione decorare case e strade, con piante di Natale …

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x