fbpx
sabato , 25 Settembre 2021
cane castrato con ferita

Castrare un cane maschio pro e contro

È eticamente corretto castrare un cane? Questo è un argomento che divide molto i proprietari, pertanto, abbiamo creato una guida per approfondire in cosa consiste la castrazione del cane.

Per prendere una decisione da proprietario consapevole è necessario sia considerare le informazioni generali di questo post, sia consultare il proprio medico veterinario per un approfondimento specialistico.

La differenza tra castrazione e sterilizzazione

Per alcuni proprietari la differenza tra questi due termini non è sempre chiara, pertanto è importante chiarire. Il termine castrazione è spesso utilizzato per i cani maschi, la sterilizzazione per i cani femmina, ma entrambi i termini possono essere abbinati su entrambi i sessi.

L’obiettivo finale è impedire al cane o alla cagna di riprodursi e generare cucciolate, solo cambia solo il modo in cui l’intervento chirurgico viene eseguito.

Cosa significa castrare un cane

Durante l’intervento di castrazione, gli organi sessuali e riproduttivi dell’animale vengono rimossi. Nel caso della sterilizzazione del cane femmina vengono asportate le ovaie e l’utero (ovarioisterectomia). La castrazione più comune è definita orchiectomia, che rimuove entrambi i testicoli del cane maschio.

Se il proprietario non ritiene opportuno, per una questione etica, la rimozione dei testicoli si può optare per una vasectomia, che blocca solo il passaggio dello sperma. Con entrambi i metodi si impedisce la futura procreazione.

La durata dell’intervento chirurgico è di 15-20 minuti: la ferita verrà trattata e applicati i punti di sutura. Se le condizioni lo permettono il medico veterinario potrà optare con una sutura cosmetica auto assorbibile.

La castrazione dei cani di piccola taglia potrebbe avere le sue complicanze specifiche: a causa del peso contenuto, richiedono un approccio particolarmente attento per la somministrazione dell’anestesia. Devi seguire i consigli del tuo veterinario e fornire al tuo animale domestico attenzioni e cure adeguate nel post operatorio.

Perché si rende necessaria la sterilizzazione del cane maschio?

L’istinto sessuale di un cane maschio è molto forte, e quasi sempre questa indole potrebbe essere causa dal disagio del cane e dei suoi proprietari. Se non è possibile consentire all’animale di accoppiarsi regolarmente, la castrazione del cane maschio è il modo migliore per uscire dalla situazione.

Con la castrazione la sensibilità del cane diminuisce e con esso sia il desiderio di marcare costantemente il territorio, sia il comportamento aggressivo. La convenienza e gli aspetti positivi della pratica della castrazione del cane sono:

  • Frequenti controversie nelle relazioni con altri maschi (aumento di irritabilità può essere associato a un eccesso di testosterone);
  • Eccessivo comportamento di marcatura del territorio (fido cerca di segnare la sua zona, esternamente e internamente alla casa);
  • Frequenti tentativi di fuga alla ricerca di un partner sessuale.

Gestire un cane è un processo complesso e la castrazione del nostro amico a quattro zampe non dovrebbe essere sempre eseguita per gestire un cane aggressivo. A volte tale operazione viene eseguita per motivi clinici: le cause più comuni sono l’infiammazione dei genitali (ad esempio la prostatite), traumi, cancro e malattie genetiche. 

Alcuni veterinari consigliano di sottoporre un cane all’ intervento chirurgico di castrazione, come profilassi contro malattie gravi che potrebbero sorgere in fido. Se l’obiettivo finale è quello di migliorare alcuni comportamenti di fido, sarà meglio prima protendere a un corso base di educazione cinofila e scegliere un educatore cinofilo professionale.

Castrare un cane benefici e svantaggi

Partiamo sfatando una leggenda metropolitana: castrare un cane adulto non risolve tutti i problemi comportamentali. Certo ci sono delle situazioni dove tale operazione ha dato dei risultati positivi, ma castrare un cane dominante solo per cambiare il carattere non è certo una buona soluzione.

Come ogni procedura medica, castrare un cane comporta dei pro e contro:

Svantaggi di sterilizzare un cane

  • Aumento dell’appetito e di conseguenza un aumento di peso;
  • Complicazioni durante l’operazione;
  • Non è mai raccomandato per i cuccioli di età inferiore a 6 mesi
  • Rischio di due tipi di cancro: nonostante prevenga alcune malattie, la castrazione può anche lasciare l’animale incline ad due tipi di cancro (l’osteosarcoma, che colpisce le ossa; e l’emangiosarcoma, che attacca i vasi sanguigni) hanno maggiori probabilità di verificarsi dopo la procedura.

In generale, se il tempo per l’operazione viene scelto correttamente e viene eseguito da un medico esperto, i rischi sono minimi.

Vantaggi di castrare un cane

Con la rimozione dei testicoli, produrrà una minore produzione di testosterone, dunque i benefici di castrare un cane riduce la possibilità di avere comportamenti come:

  • Delimitazione del territorio con la pipì, aggressività nei confronti di altri cani, soprattutto se castrato nel primo anno di vita. Il momento ideale per eseguire la procedura è tra il quinto e il settimo mese, quando gli organi riproduttivi si sono completamente formati.
  • Ridurre la possibilità che il tuo animale domestico abbia un tumore alla prostata.

Quando castrare un cane

La castrazione dei cani viene solitamente effettuata nel periodo da 7 mesi a un anno. È importante scegliere il momento giusto, poiché i cuccioli piccoli non possono essere sottoposti a tale procedura, ma è anche sconveniente ritardare il processo. Dopo tutto, un cane adulto svilupperà una certa sindrome comportamentale e quindi sarà difficile interromperla.

Castrare il cane è una procedura che può essere eseguita in qualsiasi età, ma i veterinari raccomandano che l’intervento chirurgico venga compito all’inizio della loro vita. Questo perché castrare un cane anziano diventa più complicata la procedura e il recupero.

Inoltre, se l’intento di questo intervento è prevenire lo sviluppo di malattie, prima si esegue meglio è. Il momento ideale per sterilizzare un cane femmina è prima del primo calore, tra i cinque e i sei mesi di età. Castrare i cani maschi l’ideale è che l’intervento chirurgico avvenga prima del completamento dello sviluppo sessuale, cioè tra i sette ei dieci mesi di età.

Dopo l’intervento come prevenire le complicanze

Le complicazioni nel cane operato sono estremamente rare. Se si verificano potrebbe essere dovuto alla reazione individuale del corpo. Dopo aver castrato un cane maschio, dovresti avvisare il tuo medico veterinario se il tuo cane ha:

  • perdita di appetito;
  • gonfiore della sutura postoperatoria;
  • difficoltà a urinare;
  • problemi sulla sutura.

In questo caso, è urgente contattare la clinica in cui è stata eseguita l’operazione.

Il periodo di recupero dei cani dopo l’intervento di castrazione varia in genere tra 7 e 12 giorni. Durante questo periodo è molto importante che il tuo cucciolo sia tenuto costantemente sotto controllo. 

In genere, se il veterinario lo ritiene opportuno, si dovrà pulire la ferita almeno una volta al giorno, fino alla successiva visita. I veterinari consigliano spesso di far indossare un collare elisabettiano per i primi cinque giorni. Questo ausilio impedisce di leccare o graffiare il punto dell’intervento chirurgico. 

Suggerimenti utili post intervento chirurgico

I primi cinque giorni sono i più critici a causa dei punti di sutura, poiché l’interferenza con essi può causare infezioni o addirittura si potrebbero rompere, il che richiederà un ritorno anticipato dal veterinario e maggiore stress per il tuo animale domestico. 

Anche se dopo i primi giorni noti che il tuo cane ha un comportamento vispo, è importante non abbassare la guardia: fino a quando i punti di sutura della castrazione non vengono rimossi, evita di farlo correre, salire le scale o saltare. Queste attività possono causare dolore improvviso e il rischio della rottura dei punti, causando problemi e disagio.

Dopo l’intervento i cani solitamente assumono antinfiammatori, antidolorifici e antibiotici, quindi somministrate sempre i medicinali che il veterinario ha prescritto nelle quantità e nei tempi corretti. Non dimenticare che il cane è in una fase di recupero dall’intervento, ma che lui stesso non ne ha idea. Quindi sii paziente, calmo e premuroso.

Infine, vale la pena sottolineare che la castrazione è un intervento chirurgico: sebbene sia una procedura è diventata comune e sicura, ogni operazione comporta qualche rischio (anestesia, taglio, punti di sutura). 

Pertanto, è estremamente importante fare esami precedenti con il veterinario, per ridurre al minimo le possibilità che abbia qualche problema.

Castrare il cane maschio
Collare elisabettiano e castrazione del cane maschio

Castrare o non castrare un cane maschio?

Contrariamente alla credenza popolare, il cane non perde interesse per la vita, i giochi, le passeggiate e l’intrattenimento. Perde interesse solo per gli individui del sesso opposto. Anche il livello di eccitabilità diminuisce e, di conseguenza, l’aggressività nei confronti di altri maschi.

La logica animale è diversa dal pensiero umano: il cane non analizzerà la situazione o si preoccuperà di quello che è successo. La perdita di fertilità non è un disastro per lui e, in assenza di complicazioni, non provoca dolore.

Abbiamo scelto alcuni vantaggi per dimostrarti che la castrazione del tuo cane, oltre a impedirgli di avere cuccioli indesiderati per te o la tua famiglia, può fare molto bene alla sua salute.

Diminuire l’abitudine di marcare del territorio

Una delle caratteristiche principali dei cani maschi è quella di delimitare il territorio con la pipì. Se il cane viene sterilizzato prima dell’età di un anno, non delimiterà il territorio quando sarà adulto. 

La castrazione risulta efficace anche per i cani già adulti, che hanno l’abitudine di delimitare il territorio urinando in casa. In questo caso però l’intervento non eliminerà al 100% questo comportamento, perché il tuo cane ha già imparato a delimitare il territorio, ma può diminuire molto. 

Passeggiate molto più tranquille

È molto comune vedere un cane maschio per strada inseguire femmine o fare pipì ogni 2 minuti. Con il basso valore di testosterone, il cane castrato non ha bisogno di marcare il territorio o rincorrere le femmine, quindi la passeggiata diventa molto più piacevole per te e il tuo cane.

Il cane sterilizzato NON ingrassa a causa dell’intervento

È opinione comune tra i proprietari che il cane castrato ingrassi dopo l’intervento, ma questo non è del tutto vero. Sterilizzare il cane maschio può far aumentare il suo appetito, ma se la dieta è controllata e il proprietario non cede ai suoi occhi luminosi e al pianto per uno spuntino, il peso di fido può essere mantenuto nel normale range. 

Sul mercato esistono diversi cibi secchi e umidi, alcune anche specifiche per cani sterilizzati, che mirano a combattere l’obesità post-castrazione. Con la consulenza del veterinario o di un nutrizionista del cane, potrete scegliere quelle che più si adatteranno al tuo cane.

Un altro punto che può essere molto utile è la pratica di esercizio fisico, che oltre ad essere un’abitudine molto salutare (sia per il proprietario che per il cane) aiuta a controllare l’eccesso di peso.

I cani maschi hanno meno probabilità di avere tumori

Sterilizzare il tuo cane previene la comparsa di tumori nei testicoli e riduce al minimo il rischio di sviluppare un tumore alla prostata. Parlane con il tuo veterinario di fiducia.

Evita cucciolate in casa

Sterilizzare il tuo cane evita di avere delle cucciolate indesiderate, con dei cuccioli di cui prendersi cura e di dover donare in seguito. I cuccioli sono molto carini, ma richiedono molto lavoro e generano spese enormi ed evitabili.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda castrare un cane perché farlo, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?

Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, nella nostra pagina facebook o sul canale telegram.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietrario di due Border Collie sono molto curioso del mondo cinofilo e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità dal mondo pet.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x