educare il cucciolo a non mordere le mani

È un fatto risaputo tra i proprietari: uno dei primi problemi da affrontare è come educare il cucciolo a non mordere le mani. I cuccioli amano rosicchiare tutto quello che trovano, poco importa che si tratti delle vostre pantofole, dei cavi della luce o delle vostre mani. Le ragioni che spingono i cuccioli a mordere sono molteplici.

COME EDUCARE IL CUCCIOLO A NON MORDERE LE MANI

Generalmente, i cuccioli mordono per giocare, conoscere nuovi oggetti o per comunicare condizioni di stress. Se avete un cucciolo e volete prevenire eventuali danni causati da quei piccoli, ma letali dentini, vi spiegheremo alcune tecniche che vi aiuteranno a salvare le vostre mani.

Nell’educare il cucciolo a non mordere le mani è sconsigliato giocare a fare la lotta: questa modalità di gioco favorisce l’aggressività e immancabilmente il cucciolo assocerà “mani = divertimento” e finirà per usare i suoi dentini sulle vostre mani.

Se nell’educare il cucciolo a non mordere le mani, lui ignora il vostro no, non dovete esitate a sospendere di giocare con lui ignorandolo e andandovene. Questa è l’unica maniera per fargli capire che mordere non significa giocare.

EDUCARE IL CUCCIOLO A NON MORDERE LE MANI

A volte i nostri cuccioli mordono per esprimere stress o qualcosa che li infastidisce: per questo, prima di educare il cucciolo a non mordere, è importante imparare a capire quale tipo di manipolazione ama oppure detesta.

Un’altro comportamento da attuare per educare il cucciolo a non mordere le mani è quello di abituarlo ad essere coccolato senza reagire mordendovi, in questo caso offritegli spesso uno snack e nel frattempo accarezzatelo. In questo modo, impegnato com’è a gustarsi lo snack, non reagirà e pian piano si abituerà ed essere accarezzato.

Questo articolo è puramente informativo e non sostituisce un percorso base di educazione cinofila: ti invitiamo a portare il cane ad un professionista serio, qualora il comportamento diventa ossessivo.

Ti è stato utile questo articolo? Partecipa attivamente, commenta o condividi, dal sito o dalle nostre pagine social.

Immagine: Photo by Chris Becker on Unsplash

Commenti offerti da CComment