educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto

Educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto, è una priorità appena arriva in casa. Ma siamo sicuri che facciamo le cose corrette? Approfondiamo l'argomento. Quando arriva a casa, a 60 - 90 giorni, educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto, è una delle prime cose da fare. Sfortunatamente però il cucciolo è troppo piccolo per controllare e capire dove fare suoi bisogni.

EDUCARE IL CUCCIOLO A SPORCARE NEL POSTO GIUSTO

L’azione che molti proprietari fanno, educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto, è mettere le traversine igieniche in uno o più punti: il problema è che se protratto per troppo tempo il cucciolo sarà motivato a farli solo su di essi.

Quindi fino al momento di conclusione del ciclo vaccinale, le traversine non sarebbero una cattiva idea ma successivamente sarebbe meglio imparasse a fare i bisogni direttamente fuori. Per aiutarlo a capire cosa vogliamo devi farlo uscire spesso, nei momenti sotto descritti, e appena farà il suo bisognino elargire tanti premi ed elogi.

Come nei bambini, i cuccioli non hanno la capacità di controllare i bisogni, ma ci sono vari momenti in cui è più possibile che gli “scappi”, quindi bisogna giocare d’anticipo:

  • Quando si risveglia da un sonnellino;
  • Dopo aver mangiato o bevuto;
  • Dopo aver giocato.

EDUCARE IL CUCCIOLO A SPORCARE NEL POSTO GIUSTO

Assolutamente da NON UTILIZZARE i metodi impiegati molti anni fa: stiamo parlando di mettere il muso nella pipì, sgridare o picchiare il cucciolo. Questi metodi antichi, non faranno capire al cucciolo cosa si vuole, ma soprattutto influenzeranno in modo negativo il suo carattere. Anche farsi vedere mentre pulisci non è una buona idea per educare il cucciolo a sporcare nel posto giusto: prenderà la situazione come un gioco e userà questa situazione per chiedere la tua attenzione!
Tieni duro e sii coerente vedrai che dai 4 mesi riuscirà ad avere più autonomia, e non ci vorrà molto a farlo abituare a sporcare nel posto giusto.

Questo articolo è puramente informativo e non sostituisce un percorso base di educazione cinofila: ti invitiamo a contattare un professionista serio, qualora il comportamento diventa eccessivamente ossessivo.

Ti è stato utile questo articolo? Partecipa attivamente, commenta o condividi, dal sito o dalle nostre pagine social.

 Immagine: Pixabay

 

Commenti offerti da CComment