obesità nel cane

Cane obeso: conseguenze e cosa fare

Nei paesi sviluppati, la percentuale di cani in sovrappeso o obesi è quasi pari a quella degli esseri umani. L’obesità nel cane è una vera e propria malattia che bisogna seguire con attenzione sin dalle sue prime manifestazioni.

Cos’è l’obesità?

In generale, l’obesità è definita come una condizione patologica contraddistinta da un aumento di peso dovuto a quantità eccessive di tessuto adiposo.

Come evidenziato da anni di osservazione, questo problema, sebbene legato in particolare alla specie umana, sempre più spesso comincia a interessare anche animali domestici, inclusi cani e gatti.

A differenza dei gatti, la frequenza dell’obesità nel cane aumenta con l’età: in genere il 60% dei cani obesi ha più di 9 anni. I cani femmina in particolare dopo la sterilizzazione, sono più predisposte all’aumento del peso rispetto ai maschi.

Differenza tra cane in sovrappeso e cane obeso

Negli esseri umani la diagnosi è indubbia e semplice, perché di solito usiamo l’indice BMI. Nei nostri animali domestici, a causa dell’impossibilità di utilizzare questo algoritmo, la diagnosi non sempre è così chiara.

Tuttavia, a causa del fatto che il cosiddetto peso corporeo ottimale non è un concetto definito con precisione, la diagnosi lascia molto spazio a interpretazione e alla valutazione soggettiva.

Una tecnica frequentemente utilizzata in medicina veterinaria è la determinazione dell’indice BCS (Body Condition Score). Questo metodo richiede l’osservazione del cane, la valutazione visiva e tattile della quantità di tessuto adiposo in relazione al muscolo e delle proporzioni complessive del corpo dell’animale.

A causa della mancanza di intervalli chiaramente definiti che consentano una diagnosi univoca tramite BCS, la determinazione del grado di sovrappeso è possibile solo da un veterinario esperto. 

In generale, viene utilizzata la classificazione del peso corporeo in eccesso su una scala a tre punti:

  • Sovrappeso semplice: il peso corporeo del cane supera il 9% del peso ottimale;
  • Cane in sovrappeso: il peso supera l’ottimale nell’intervallo del 10% – 19%;
  • Obesità del cane: il peso corporeo è del 20% o più superiore a quello desiderato.
Come riconoscere il sovrappeso e l'obesità nel cane
L’obesità nei cani

CAUSE DELL’OBESITÀ DEL CANE

Consideriamo tra le ragioni principali la predisposizione genetica dei singoli: mentre un cane ha una predisposizione ad aumentare di peso, un altro sembra essere permanentemente malnutrito. A questo punto dovremmo iniziare a distinguere tra due tipi di obesità: primaria e secondaria.

Obesità primaria

È il tipo più comune di obesità nel cane derivante da fattori genetici combinati con abitudini spesso sbagliate.

In estrema sintesi l’obesità primaria nei cani è causata da un eccessivo apporto di energia che non viene utilizzato dall’organismo e viene immagazzinato sotto forma di tessuto adiposo.

Le cause dirette di questo tipo di obesità sono:

Errate abitudini alimentari: gli errori dei proprietari nel fare porzioni di cibo troppo abbondanti non adatto alle esigenze del cane. La mancanza di esercizio impedisce al cane di utilizzare l’energia fornita con il cibo.

Tipologia di eventuali farmaci somministrati, ad esempio farmaci antinfiammatori.

Età: nel periodo di invecchiamento del nostro amico a quattro zampe, la massa muscolare diminuisce e di conseguenza la richiesta di nutrienti.

Un ulteriore fattore che influenza il peso in questo periodo è la diminuzione dell’attività fisica del cane.

Obesità secondaria

Questo tipo di obesità deriva da anomalie metaboliche del cane, spesso associate a disturbi ormonali come ad esempio:

  • diabete
  • ipopituitarismo
  • disturbi dell’ipotalamo
  • acromegalia
  • Ipotiroidismo
  • corteccia surrenale iperattiva
  • trattamenti di sterilizzazione o castrazione

La sterilizzazione provoca l’obesità in due modi: in primo luogo la mancanza di ormoni sessuali rallenta il metabolismo e, in secondo luogo, i cambiamenti nell’equilibrio ormonale influenzano il centro di sazietà causando anomalie nella gestione della sensazione di sazietà.

cane con le zampe sulla bilancia
Riconoscere l’obesità nei cani

Come riconoscere l’obesità nei cani

Spesso molti proprietari di cani dichiarano che nonostante le porzioni di cibo siano dosate correttamente, il loro animale domestico ha problemi a mantenere un peso forma. 

La ragione più comune per tale convincimento è il fatto che il cane è entrato nella fase di stabilizzazione del peso, ossia il consumo di energia non supera la quantità di energia fornita dal crocchette. 

Il sovrappeso si manifesta in due fasi principali:

  1. una fase dinamica che dura da alcuni mesi a diversi anni. Durante questo periodo si verificano eccessi di energia, che il cane immagazzina sotto forma di tessuto adiposo.
  2. la fase statica, durante la quale il peso si stabilizza, l’appetito può rimanere normale o anche leggermente inferiore, eppure il peso corporeo non diminuisce.

Le conseguenze dell’obesità nei cani

I chili in più non sono solo un problema estetico per l’animale: il sovrappeso influisce in modo significativo sulla salute e il benessere di un cane. 

Le conseguenze del portare troppi chili si manifestano sotto forma di affaticamento, oltre ad incidere in modo significativo sulla salute in generale. I problemi più comuni includono:

Disturbi endocrini:

  • diabete;
  • corteccia surrenale iperattiva.

Disturbi ortopedici

  • Degenerazione della colonna vertebrale, ernia dei dischi;
  • Displasia dell’anca;
  • Sovraccarico articolare;
  • Rottura del legamento crociato.

Degenerazione degli organi interni

  • Ipertensione;
  • alti livelli di colesterolo e lipidi nel sangue;
  • Malattie degli organi secretori(fegato, pancreas);
  • Incontinenza urinaria;
  • Aumento della suscettibilità alle malattie neoplastiche;
  • Problemi di pelle;
  • Mancanza di resistenza, tolleranza allo sforzo fisico, affaticamento veloce;
  • Termoregolazione, che rappresenta un rischio reale di colpo di calore nella stagione calda.

Prevenzione obesità nel cane

Prevenire è meglio che curare e dunque vale la pena agire in modo tempestivo, in modo tale da evitare che il nostro cane ingrassi.
Ecco alcune regole di base da seguire per evitare che la situazione si aggravi:

Pasti equilibrati

  • Crocchette: seguendo le raccomandazioni del produttore sulle etichette e del veterinario in termini di dosaggio. Ricordiamo che la quantità e la tipologia di cibo va dosato in base al soggetto e dipende da sesso, età, taglia o fattori individuali etc.
  • Pasti preparati in casa: se prepariamo i pasti assicuriamoci che siano adeguatamente bilanciati e non ricchi di grassi o amidi.
  • Razionamento: la porzione giornaliera di cibo va suddivisa in due o tre pasti, serviti ad orari prestabiliti.

Premi dati al cane

  • Vanno inclusi nel bilancio calorico del nostro animale domestico e sono una fonte nascosta di calorie extra.

Movimento e attività: l’obesità nei cani

  • Favorisce la combustione delle calorie fornite e il deposito di tessuto adiposo nel cane

Trattamento di un cane in sovrappeso o obeso

Quali misure sono necessarie se, per qualsiasi motivo, non siamo stati in grado di evitare il grasso in eccesso nei cani?

Controlli periodici della salute

Considera che la restrizione dei nutrienti può portare a cambiamenti indesiderati nel corpo del cane. Il trattamento dimagrante viene quindi effettuato sotto l’occhio vigile di un veterinario che monitora lo stato di salute dell’animale.

Riduciamo l’apporto energetico

  • Porzioni più piccole per creare un deficit calorico, che farà bruciare i grassi.
  • Sostituiamo ingredienti ipercalorici con ingredienti ipocalorici.
  • Se utilizziamo cibo secco, possiamo, ad esempio, utilizzare sostituti nella versione con poche calorie light.
  • Nel caso di pasti preparati da noi stessi, seguiamo principi simili a quelli che si applicano nella cucina “umana”.

Il movimento è senza dubbio un grande alleato nella lotta alle calorie in eccesso. Ricordiamo però di non iniziare l’allenamento di un cane da esercizi che sovraccaricano il corpo, soprattutto se il cane non è abituato all’attività fisica. 

Va ricordato che la capacità respiratoria di un cane in sovrappeso è molto inferiore a quella di un cane normopeso e che le articolazioni sono esposte a sforzi molto maggiori. Introduciamo tutte le forme di attività gradualmente e lentamente, iniziando con gli esercizi meno faticosi, ad esempio camminare.

Rinunciamo alle prelibatezze per cani

Ogni ricompensa è un disturbo del bilancio energetico. Spesso il loro potere calorico non è molto diverso da quello contenuto nei pasti; quindi per tutta la durata della dieta è meglio non fornire completamente agli spuntini.

Razioniamo le porzioni

Dividiamo la porzione giornaliera di cibo in 3 o anche 4 pasti, che dovrebbero essere serviti a intervalli regolari

Rallentiamo il consumo dei pasti

Le ciotole per cani voraci sono appositamente progettate sono perfetti per questo scopo. Grazie a questo, il cane non mangia avidamente il suo pasto, soddisfacendo la sensazione di fame.

La perdita di peso appropriato

Come nel caso degli esseri umani, la perdita di peso non può essere drastica. Un dimagrimento troppo rapido potrebbe favorire delle carenze, oltre a vanificare tutto dopo il ritorno all’alimentazione tradizionale. Per essere efficace la perdita di peso del cane deve oscillare tra 0,4-0,8 kg a settimana.

Combattere l’obesità probabilmente non sarà facile e non dovresti concentrarti su un effetto rapido. Per questo disturbo servono pazienza, costanza e tempo.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda il sovrappeso e l’obesità del cane, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo? Partecipa attivamente e commenta in libertà sul nostro gruppo Facebook.

Inviaci un feedback anonimo

Cerca ancora

Prurito nel cane

Prurito nel cane: perché si gratta così tanto?

La pelle del cane è l’organo più esteso del corpo: regola la temperatura del tuo …

cane con difficoltà stitichezza

La stitichezza nel cane si riferisce all’incapacità dello stesso ad evacuare giornalmente le feci normali. In …

cane sdraiato sul tappetino rinfrescante

Come funziona il tappetino rinfrescante per cani? i migliori modelli Durante le lunghe e calde …

Lascia un commento