fbpx
sabato , 25 Settembre 2021
allattamento cuccioli dopo il parto del cane

Parto del cane in casa: come prepararsi

Cosa fare durante il parto del cane? la nascita di una cucciolata è un momento magico, e la gestazione canina è una fase in cui il cane deve ricevere molte attenzioni e coccole. Approfondiamo i consigli pratici del parto canino.

Come scoprire se il cane è incinta?

Se non si è optato per la sterilizzazione del cane, dopo la monta per capire se un cane in stato di gravidanza sarà necessario recarsi dal medico veterinario. La durata della gestazione del cane è di 9 settimane dall’ovulazione, tuttavia, ci sono alcuni sintomi che possono far sospettare la gestazione canina:

  • Inaspettata mancanza di appetito;
  • ingrossamento della pancia;
  • aumento delle dimensioni dei capezzoli;
  • stanchezza del cane molto visibile;
  • ricerca spasmodica di un luogo dove sistemarsi.

Questi sono alcuni dei sintomi che possono far sospettare al proprietario una gravidanza canina: dopo 20 giorni è possibile fare un’ecografia, nella clinica veterinaria di fiducia, per confermare lo stato di gravidanza del cane.

Le razze che hanno bisogno di un cesareo

Sono molti i motivi per cui tutte le razze canine possono aver bisogno di un cesareo al momento del parto. Generalmente, il 90% delle razze canine di taglia grande non ha bisogno di un taglio cesareo per la nascita dei cuccioli.

Le razze di taglia piccola sono più soggette a problemi al momento del parto e i cani brachicefali sono quelli più esposti ai cesarei.

link correlato pedigree del cane

Segni di un prossimo parto del cane

Ogni sei mesi, la cagna non sterilizzata entra nel periodo di calore, e preoccupa i suoi proprietari soprattutto coloro che non intendono avere dei cuccioli. In media, la durata della gestazione canina è di 63 giorni, e si possono notare alcuni cambiamenti di diverso tipo fino ai sintomi del travaglio.

Ma quali sono i principali segnali di imminente travaglio del cane?

Isolamento o agitazione del cane

Il cane cerca di allontanarsi dai luoghi con molte persone, soprattutto estranei, oltre a evitare contatti con altri animali domestici in casa. Anche se da sola è possibile notare la sua irrequietezza e nervosismo, sente il disagio con sé stessa in questo periodo molto delicato.

Bassa temperatura

Che temperatura deve avere il cane per partorire? La temperatura normale del cane è di circa 38ºC, ma nelle 12 ore prima del parto cambia e scende fino a 36°C.  La misurazione della temperatura può essere verificata con un termometro rettale, ma senza infastidire troppo la cagna.

Se si nota dei sintomi come malessere, febbre e la temperatura rettale supera i 38 gradi è necessario contattare il prima possibile il medico veterinario.

Perdita di appetito del cane

Tra le 12 e le 24 ore prima del parto, alcune femmine possono perdere l’appetito: questa però non è una regola, poiché alcuni possono sentire il bisogno di nutrirsi.

Contrazioni

Uno degli ultimi sintomi che indicano che il parto è ormai prossimo sono le contrazioni. Si possono osservare movimenti ripetitivi e ritmici della pancia, soprattutto se la cagna è su un fianco. Inoltre, in questa fase è anche normale notare che avrà qualche dolore a causa del naturale processo di nascita.

Quanti cuccioli fa un cane al primo parto?

Durante la prima gravidanza il numero dei cuccioli si diversifica in base alla razza del cane, ma varia da un minimo di uno ad un massimo di quindici. In genere i cani di taglia piccola partoriscono un numero di cuccioli minore rispetto ai cani di taglia grande.

Le fasi del parto del cane

Normalmente il tempo di durata del parto di un cane è di 6-8 ore dall’inizio delle contrazioni addominali, fino a un massimo di 12 ore. Il processo di nascita dei cuccioli avviente in 3 stadi caratteristici:

Fase 1 – Il travaglio del cane dura in media dalle sei alle dodici ore – è la fase più lunga contraddistinta da contrazioni uterine e dilatazione della cervice. Durante questa fase il cane può occasionalmente vomitare, avere tremori o cercare di isolarsi in un angolo.

Fase 2 – Il passaggio del feto attraverso la cervice e la sua espulsione. La rilevazione del tempo di questa fase è essenziale per un buon esito del parto. Quando la testa fetale raggiunge la cervice, rivela al proprietario che la cagna è nella seconda fase del parto.

Eventuali disturbi ambientali potrebbero inibire le contrazioni. I cuccioli di solito nascono ogni mezz’ora o ogni ora fino alla fine del travaglio, nonostante gli intervalli irregolari.

Fase 3 – l’espulsione delle placente del cane. Deve verificarsi dopo ogni nascita della cucciolata: le placente devono essere contate.

Cosa fare durante il parto del cane?

Un’altro aiuto che puoi dare a un cane per partorire è quando la mamma non è disposta a leccare i suoi cuccioli per pulirli dalla placenta. Puoi aiutarla, se ci sono molti cuccioli, puoi pulire gli stessi con un panno molto morbido e leggermente umido.

I cani nascono ogni 30 minuti circa e una complicazione può essere quando passa troppo tempo e i cuccioli non escono. La stessa cosa è anche vera al contrario: se dopo aver espulso tutti gli cuccioli la cagna continua ad avere contrazioni, sarà necessario l’intervento veterinario.

Guarda attentamente i cuccioli: è comune che qualche cagnolino muoia da pochi minuti a poche ore dopo la nascita. La mamma non può fare molto per aiutarti, ma tu puoi aiutarli: se noti che uno dei cuccioli non respira, asciugagli la bocca e strofinagli delicatamente il corpo per vedere se riesci a tenerlo in vita. Se ciò non è possibile, toglilo dalla lettiera in modo che la mamma non lo mangi e gli altri cuccioli non vadano ad annusarlo.

Quando tutto è finito, assicurati che la cagna non rifiuti nessuno dei cuccioli e li nutra tutti allo stesso modo. Continua a dare alla neo mamma, sotto consiglio del veterinario, buoni nutrienti in modo che rimanga forte e possa prendersi cura dei suoi cuccioli.

cucciolo dopo il parto del cane

Quando è il momento di chiedere aiuto al veterinario?

Sebbene nella normalità il cane sia in grado di gestire il parto da sola, alcune situazioni potrebbero richiedere l’intervento immediato del veterinario. Tra segnali fondamentali a cui prestare attenzione ci sono:

  • Le contrazioni non si fermano anche con la nascita della prole;
  • il cane non riesce a partorire;
  • il feto non esce dal canale vaginale;
  • l’intervallo di tempo tra la nascita e l’altra è molto lungo;
  • il cane dà segni di sofferenza ed è visibilmente stanca;
  • più di 70 giorni di gestazione;
  • segni radiografici di mal posizionamento fetale;
  • più di 2 ore di contrazioni deboli senza espellere alcun feto.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda come aiutare il cane a partorire in casa, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo e ti invitiamo a consultare un medico veterinario per qualsiasi tipo di informazioni, malessere o problema di salute del tuo cane.

Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?  Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, o nella nostra pagina facebook  e telegram.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietrario di due Border Collie sono molto curioso del mondo cinofilo e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità dal mondo pet.

Potrebbe interessarti

Cane che allatta cuccioli

Gravidanza di un cane: tra ovulazione e fertilità

La durata della gravidanza di un cane può variare da 57 a 72 giorni dal …

Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Oldest
Newest Most Voted
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Stefano
Stefano
1 mese fa

temperatura estiva per far partorire un cane in casa ?

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

2
0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x