fbpx
giovedì , 28 Ottobre 2021
dog sitter con molti cani

Pet sitter: una passione e una professione

I dog sitter forniscono assistenza agli animali domestici mentre i loro proprietari sono in vacanza o al lavoro. In genere rimangono nella casa del proprietario, quindi i nostri amici a quattro zampe possono rimanere nel loro ambiente familiare. Oltre a prendersi cura dei cani, possono anche fornire servizi di base per il proprietario, come l’aspirazione dei peli dei pets.

In genere i dog sitter si limitano ad assistere cani e gatti tuttavia, i più evoluti con spirito imprenditoriale, forniscono assistenza per uccelli, pesci, rettili e anfibi.

Differenza tra asilo per cani, dog walker e dog sitter

Se non puoi portare con te il cane, ci sono diverse opzioni quando si tratta di prendersi cura del proprio cane quando si esce di casa.

Un asilo per cani può essere un luogo divertente per il tuo cucciolo o cane per incontrare altri canini e combattere la solitudine. Un dog walker invece fornirà al tuo cagnolino un po’ di compagnia e un bel po’di esercizio fisico, insieme a una possibilità di loro bisogni fuori casa. Un dog sitter darà al tuo cane ancora più compagnia, in genere a casa del proprietario, durante il giorno mentre sei via e affronterà una qualsiasi delle esigenze speciali di fido.

Che tu alla fine vada con l’asilo nido doggy o scegli invece di noleggiare dog walker o sitter dipende dalle esigenze del tuo cucciolo e dalla qualità di ogni opzione nella tua zona. In entrambi i casi, ti verrà chiesto di controllare i riferimenti per qualsiasi potenziale custode e assicurarti che possano rispondere alle emergenze mediche.

Doveri e responsabilità dei Pet Sitter

I dog sitter sono responsabili di tutte le cure di base degli animali mentre i loro clienti sono in vacanze, in viaggio o per lavoro, dunque devono essere in grado di eseguire le seguenti attività:

  • Fornire cibo e acqua.
  • Portare il cane in passeggiata.
  • Pulire eventuali bisogni.
  • Somministrare farmaci, qualora ci siano.

I pet sitter sono anche responsabili di informare i proprietari e del portare gli amici a quattro zampe dal veterinario se dovrebbero ammalarsi o subire una lesione mentre sono sotto la loro supervisione. È importante che i sitter richiedano ai proprietari di compilare una scheda di contatto dettagliata con i loro contatti, le informazioni di contatto del loro veterinario e le informazioni pertinenti sull’animale domestico come età, razza, peso, condizioni mediche precedenti e farmaci.

Abilità e competenze di Dog Sitter

I dog sitter di successo dovrebbero possedere le seguenti abilità:

  • Rapporto con gli animali: deve divertirsi a trascorrere del tempo con gli animali e avere un modo gentile, ma assertivo quando necessario.
  • Affidabile: I clienti contano su di loro per prendersi cura dei loro amati animali domestici quando non possono, quindi devono essere affidabili e fornire i loro servizi per tutto il tempo in cui si sono impegnati.
  • Affidabile: i dog sitter entrano in casa mentre il proprietario è assente: devono dimostrarsi degni della fiducia.

Quanto guadagna un dog sitter?

I guadagni dipendono dalle ore di lavoro e del numero di clienti. Solitamente i guadagni di una dog sitter si aggirano dai 200/300 euro fino a circa 2 mila euro al mese. La creatività e la professionalità faranno aumentare in breve tempo la vostra clientela, arrivando a guadagnare cifre da lavoro dipendente annui.

Percorso professionale dei pet sitter

Nella nostra frenetica società la professione si diffonde sempre più, e molti la svolgono come un vero e proprio lavoro. La legislazione italiana non prevede una formazione specifica, anche se essere certificati può aiutare notevolmente la tua reputazione e credibilità all’interno del settore.

In tal senso un aspirante professionista potrebbe seguire dei corsi specializzati in materia, presso educatori cinofili professionali, in modo da essere anche più concorrenziali sul mercato. Non dimenticare che il dog sitter è responsabile di fido e di eventuali danni verso il cane o del cane verso terzi.

Per questa professione serve la Partita Iva? Per importi fino a 5000€/anno è sufficiente dichiarare le entrate nella dichiarazione dei redditi. Se i profitti superano i 5.000€/anno sarà necessario aprire una Partita Iva, sia che l’attività si svolga in part time o full time.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda come diventare un dog sitter, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?

Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, nella nostra pagina facebook o sul canale telegram.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietrario di due Border Collie sono molto curioso del mondo cinofilo e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità dal mondo pet.
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x