fbpx
trekking con due cani al tramonto

Trekking con il cane: suggerimenti per passeggiate ed escursioni

Ti piacerebbe fare trekking con il cane? Ottima idea. Tuttavia, prima di iniziare di cimentarti in questa esperienza, dovresti valutare alcuni aspetti importanti. In questo post daremo consigli utili sulla corretta attrezzatura da portare, i controlli dello stato fisico e quali precauzioni di sicurezza adottare.

Vuoi rendere più utile questo post, aiutando altri proprietari come te? Partecipa attivamente, descrivi la tua esperienza o suggerisci particolari per rendere questo articolo più completo

Cose importanti da sapere prima di fare delle escursioni

  • Il ​​tuo cane deve essere tenuto sempre al guinzaglio. 
  • Porta con te acqua e cibo a sufficienza. 
  • Assicurarsi che il cane sia in forma, per affrontare l’escursione che intraprendi. 
  • Mettere un localizzatore GPS sul tuo cane, in caso si allontani troppo.

Perché i cani sono ottimi compagni di escursioni

Molti proprietari sono amanti dei cani e della natura e ci sono poche cose più spassose, che condividere un’avventura all’aria aperta con gli amici a quattro zampe. Non solo mette di buon umore, ma rappresenta un ottimo apprendimento attivo per il cane.

Il trekking, focus di questo post, sono le escursioni nei boschi o in montagna da fare con il proprio cane. Forse è una delle attività più sane da condividere con un amico a quattro zampe. Fondamentale è avere i giusti consigli perché è davvero alla portata di tutti.

Come valutare se il tuo cane è pronto per una escursione

Ogni cane ha una sua predisposizione e alcuni razze sono più predisposti di altre nelle escursioni in natura. In generale possiamo considerare i seguenti suggerimenti, per capire se fido è adatto alla gita fuoriporta.

Salute e fitness

Prima di tutto, considera la salute e le condizioni fisiche del tuo cane prima di cimentarti in delle escursioni nei boschi o in montagna. Se il cane soffre di qualche patologia, è disabile o ha allergie dovresti evitare lunghe e faticose passeggiate. 

In questi casi una breve passeggiata all’aperto potrebbe essere un’alternativa migliore.

Se fido appartiene alle razze di cani brachicefali, cioè ha il volto leggermente schiacciato come quella dei bulldog francesi per intenderci, dovresti considerare che potrebbe avere più difficoltà a respirare e quindi dovresti evitare le escursioni faticose. 

Anche i cani in sovrappeso, o sottopeso, potrebbero avere delle difficoltà ad affrontare delle escursioni lunghe. All’opposto, se il tuo cane è in buona forma, nulla ostacola un’escursione anche impegnativa.

Età e taglia del cane

La taglia e l’età sono fattori rilevanti da valutare, specie quando vuoi vivere esperienze all’aria aperta con il cane.

Quasi tutte le razze di cani che pesano oltre i 13 kg possono essere ottimi compagni da passeggio. Questo non significa che i cani di piccola taglia non possano accompagnarti in un’escursione. Considera solo che questa tipologia di cane, durante la passeggiata, devono compiere molti più passi per coprire la stessa distanza e potrebbe essere che si affatichino prima.

Trekking con il cane nel bosco

Naturalmente dipende dal tipo di percorso scelto: alcuni percorsi trekking possono essere affrontati da qualsiasi razza, altri percorsi devono essere affrontati solo da razze più predisposte al trekking. 

Com’è facilmente intuibile i cani anziani possono avere delle condizioni fisiche o mediche, che rendono più difficile completare i percorsi a piedi. Anche i cani senior, ossia quelli che hanno superato i10 anni di età, si dovrà prevedere solo delle uscite facili e brevi.

Stessa attenzione si dovrà prestare ai cuccioli e i cani più giovani, poiché troppo movimento può essere svantaggioso in questa fase di crescita. A parte il poco addestramento all’obbedienza, il trekking su sentieri ripidi e irregolari può influenzare in negativo lo sviluppo delle articolazioni nei soggetti più giovani. 

Parlane con il tuo medico veterinario, ma in genere si sconsiglia di fare trekking con cuccioli o cani molto giovani

Comportamento, addestramento e richiamo

La regola numero uno, prima di fare qualsiasi percorso outdoor con il cane, è che si abbia il controllo di fido specie quando si incontrano altri simili o bambini. Il cane deve ascoltare i tuoi comandi e deve avere il controllo sul suo eventuale istinto predatorio.

Se il cane non è stato addestrato nei comandi di educazione cinofila base, o non sa camminare al guinzaglio, non è pronto per un’escursione nel bosco o del trekking in montagna.

Ad esempio, se il cane non è sterilizzato e corre dietro a ogni cagna che vede o ha un forte istinto al predatorio, devi stare molto attento durante le uscite nella natura. Lo stesso vale se hai un cane particolarmente ansioso. 

Come già consigliato, equipaggiare il cane con un localizzatore GPS può salvargli la vita.

Le 7 razze di cani adatte per il trekking

Ci sono alcune razze più̀ predisposte di altre per praticare escursioni. Questa attività si differenziano dalle abituali passeggiate per la pendenza, la quota, la distanza o il tempo trascorso. Dunque, scopriamo le razze di cani più̀ adatte.

Di natura energici ed esplorativi, queste razze si distinguono per energia e un gusto pronunciato per l’avventura e l’escursionismo.

Come prepararsi per le escursioni con i cani

Vaccinazioni e controlli sanitari

Non sai mai cosa potresti incontrare lungo l’escursione che hai in mente. Le vaccinazioni devono essere aggiornate prima di uscire dell’uscita di trekking con il cane. È anche una buona pratica far visitare il tuo cane dal veterinario per assicurarsi che sia in forma per le escursioni nei boschi.

Domande da porre al veterinario:

  • Il mio cane è fisicamente pronto per l’escursione? Il suo sistema immunitario è pronto?
  • Ha bisogno di vaccinazioni o farmaci preventivi?

Lungo il percorso, ad esempio, possono contrarre anche leptospirosi e giardia che nei casi peggiori possono essere fatali. Perciò, assicurati che fido abbia tutte le vaccinazioni e i farmaci, prima di affrontare un’escursione outdoor.

Addestramento e obbedienza

Prima di condurre il tuo cane in escursione, dovresti assicurarti che non solo sia in un buon stato di salute, ma che risponda in modo adeguato anche i comandi cinofili di base. Questi ultimi sono necessari per mettere al sicuro il cane in montagna, nei boschi o in qualunque altra situazione.

Il tuo cane dovrebbe obbedire ai comandi del tipo:

  • Vieni, quando lo chiami;
  • Resta e seduto;
  • camminare al piede;
  • Attenzione su di te, utile per mantenere la calma con gli animali selvatici.
Anche un cane ben addestrato può saltuariamente ignorare i comandi e inseguire uno scoiattolo. Quindi assicurati che il tuo cane sia equipaggialo con un localizzatore GPS in modo da poter seguire ogni sua mossa, anche se scappa.

La socializzazione del cane

Sei sicuro che il tuo cane sarebbe un ottimo compagno durante la passeggiata nella natura? Con tutti quei sentieri stretti e potenzialmente pericolosi, dovrai condividere l’escursione con altri viaggiatori ed è importante che il tuo cane sappia interagire con altri cani e persone. 

Se il tuo amico a quattro zampe è tipicamente aggressivo o eccessivamente protettivo, probabilmente non sarà un buon compagno di escursioni.

Allenamento di resistenza

Proprio come gli esseri umani, il percorso pianificato dovrebbe essere in linea con la forma fisica. Se è la prima volta che ti cimenti a fare trekking con il cane, inizia con una breve e facile escursione di circa un’ora e aumenta gradualmente il tempo sul sentiero. 

Presta sempre attenzione al comportamento del tuo cane: un alto livello di energia dopo un’escursione è un segno che puoi camminare più a lungo la prossima volta.

Se hai pianificato un’escursione di 4 km, ma la tua passeggiata quotidiana con il tuo cane è solo un giro occasionale intorno all’isolato, dovresti riconsiderare il percorso. 

Se il tuo cane non fosse abituato alle lunghe escursioni, dovresti iniziare con percorsi più brevi prima di tentare quelli più lunghi e più difficili.

Cosa portare per fare trekking con i cani

Di certo non faresti un’escursione senza i tuoi scarponi da montagna, una bottiglia d’acqua o una giacca antipioggia. Allora perché dovrebbe essere diverso quando si tratta di attrezzatura da trekking per il tuo cane? 

Ecco un elenco di cose di cui ogni proprietario potrebbe aver bisogno:

Equipaggiamento di sicurezza

  • Collare e targhetta identificativa: oltre al collare, dovresti anche rendere sicuro il riconoscimento del cane con una targhetta identificativa. Il tuo numero di telefono dovrebbe essere leggibile in modo da poter essere chiamato subito se il tuo animale domestico viene trovato.
  • Pettorina e guinzaglio: a seconda del tipo di percorso, potrebbe essere essenziale tenere il cane al guinzaglio per la maggior parte del tempo. Anche se non sono un amante del guinzaglio estensibile, riconosco che in questi casi è il più idoneo. Infatti, fido potrà esplorare più liberamente senza impedimenti dovuti ai guinzagli fissi. Una pettorina rende più comodo camminare al guinzaglio.
  • Localizzatore GPS per cani: quando sei nei boschi o in montagna, dovresti fare affidamento su un GPS Tracker, in modo che puoi seguire in tempo reale ogni passo del tuo amico a quattro zampe.
  • Luce di sicurezza per cani: questo oggetto, spesso trascurato, può aiutarti a controllare il tuo cane in ogni momento dopo il tramonto. 

Salute e nutrizione

  • Acqua e ciotola: l’acqua fresca non deve mai mancare, almeno 250 ml per cane per ora di escursione, e una ciotola pieghevole. Potresti fare a meno della ciotola se insegni al tuo cane a bere da una bottiglia mentre versi. In ogni caso, mantieni il tuo cane sempre idratato. 
  • Premi: sarà importante portarci dei bocconcini da utilizzare come ricompensa, al momento opportuno, anche per convincere fido a non allontanarsi più di tanto.
  • Cibo: porta spuntini sani che puoi offrire al tuo cane. Dai da mangiare piccole quantità in modo da mantenere alta la loro energia, ed evitare il disagio che può causare una pancia troppo piena.
  • Kit di pronto soccorso: questo è un must di ogni escursionista. Dovrebbe contenere garze, bende, forbici, crema cortisone, disinfettante e qualsiasi farmaco di cui ha bisogno il tuo cane. Chiedi maggiori informazioni al tuo medico veterinario.
  • Impermeabile per cani: potrà sembrare sciocco, ma può svolgere un ruolo importante nella prevenzione del congelamento in caso di pioggia.

Altro equipaggiamento

  • Asciugamano: durante l’escursione, il cane si potrà bagnare o sporcarsi di fango. Questo accessorio ti sarà utile in tante occasioni.
  • Gioco: Porta una palla, un frisbee, un gioco con la fune e divertiti con il tuo cane. Oltre a rafforzare il legame con lui, si consoliderà il concetto di leader. In altre parole attraverso il gioco, il cane imparerà a considerarci dei punti di riferimento e a rispettare i nostri comandi.

Cane in montagna o nei boschi: i pericoli da non sottovalutare

Proprio come te, il tuo cane potrà incontrare pericoli lungo il sentiero. Pertanto, è meglio proteggerlo da questi rischi durante le escursioni.

Fatica – Questo è uno dei pericoli più comuni quando fai trekking con il cane. Monitora la respirazione e il comportamento di fido per assicurarti che non sia troppo stanco. Una respirazione accelerata può indicare che devi fare più pause o finire l’escursione prima.

Meteo – Le condizioni meteorologiche possono causare problemi al cane. Calore e tuoni sono i nemici principali da cui difendersi: naturalmente dobbiamo essere preparati ad ogni evenienza.

Piante selvatiche – Anche se possono sembrare inoffensive, alcune piante possono rappresentare una seria minaccia per il cane. Non lasciare che il tuo cane mastichi le piante selvatiche poiché i pericoli sono ovunque: dai forasacchi all’edera velenosa e altre piante tossiche o irritanti.

Funghi velenosi – così come le piante, anche alcune tipologie di funghi possono essere velenosi per i cani. Devi tenerlo d’occhio in ogni momento, per evitare che ingerisca funghi selvatici

Colpo di caloreIl colpo di calore si verifica quando la temperatura corporea del cane raggiunge i 41°C e non è più in grado di raffreddarsi. Questa situazione può essere fatale e dunque in generale:

  • Scegli una giornata non troppo calda per portare a spasso il tuo cane;
  • Cammina su sentieri che forniscono ombra;
  • Riduci al minimo l’esposizione al sole diretto;
  • Fai pause frequenti;
  • Fai bere il tuo cane con sufficiente acqua fresca.

Animali selvatici – Orsi, processionaria, serpenti velenosi, lupi ma anche piccoli parassiti come pulci e zecche. Fai attenzione ad eventuali tracce che lasciano presagire dei passaggi di cinghiali, cervi, volpi o tassi. Spesso, per paura possono reagire e far male al nostro pet.

Pericoli nell’acqua – Anche l’acqua può rappresentare dei rischi per cane. Ci possono essere delle forti correnti sotterranee e i batteri negli specchi d’acqua, possono essere una fonte d’infezione per fido.

Scogliere e sentieri pericolosi – Se ami il trekking probabilmente conosci i rischi dell’alta quota. Tuttavia, il tuo cane non sarà vigile e attento come te. Dunque, tieni sempre il tuo amico a quattro zampe al guinzaglio, se c’è il rischio di cadute.

Il FORESTING è una disciplina che permette di portare il cane nel bosco ed esplorare i sentieri in piena sicurezza, sotto la vigile esperienza di guide e istruttori professionali. Un modo sicuramente più sicuro di vivere le escursioni e il trekking con il cane.

Inoltre, d’accordo l’avventura, ma non addentrarti mai in sentieri sconosciuti e dal difficile ritorno. Segui sempre sentieri segnalati sui cartelli o le segnalazioni colorate sugli alberi.

Trappole per animali selvatici – Un altro pericolo devastante che il cane potrebbe incontrare lungo il percorso, specie sui sentieri poco battuti, sono le trappole per animali. Una ragione in più per avere il cane sempre al guinzaglio è il periodo della stagione di caccia, che va dalla terza domenica di settembre al 31 gennaio.

In conclusione, nel presente articolo abbiamo approfondito l’argomento riguardante come fare trekking con il cane. Tuttavia, ricordiamo che lo stesso è puramente informativo.

Questo articolo è stato utile?

La tua opinione è fondamentale per fare sempre meglio. Vota o lascia un commento.

Voto Medio 0 / 5. Conteggio voti: 0

Nessun voto finora! Sii il primo a votare questo post.

A proposito di Nico

Informatico innamorato degli animali, della comunicazione e della musica. Proprietario di due Border Collie, sono un appassionato del mondo pet e sono sempre pronto ad approfondire e condividere contenuti, consigli e curiosità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina