educatore cinofilo

Inauguriamo la sezione focus del sito baudog.it con la prima intervista ad un educatore cinofilo, SOFIA ANTICO, che lavora con i Centri Cinofili Abruzzesi presso la sede di Pescara e Spoltore. L’obiettivo di questo focus è di iniziare dalle basi, e comprendere cosa c’è dietro l’essere un educatore cinofilo, piuttosto che capire l’importanza dell’educazione di base per tutti i cani.

Le domande le poniamo noi ma ci aspettiamo una partecipazione attiva anche da parte tua! commenta, o poni altre domande, sul sito o sui social.

INTERVISTA A SOFIA ANTICO – EDUCATORE CINOFILO CENTRI CINOFILI ABRUZZESI

elenco puntatoSofia perché hai deciso di diventare educatore cinofilo?

Sono da sempre rimasta affascinata dal mondo animale, nella sua totalità, e in particolare dallo straordinario rapporto che riesce ad instaurarsi fra specie diverse. La relazione ancestrale che nasce fra uomo e lupo è forse la più sorprendente e proficua. Conoscere i segreti e comprendere le dinamiche del rapporto uomo-cane mi ha spinto ad intraprendere studi in materia cinofila.

elenco puntatoPer diventare educatore cinofilo hai seguito corsi specifici?

Sì, ho seguito più corsi di formazione per divenire Educatore Cinofilo Apnec, Addestratore Enci e Dog Trainer professional, ruoli professionali riconosciuti a livello italiano ed europeo che prevedono una formazione continua e prolungata nel tempo.

elenco puntatoCi sono metodi educativi, diciamo così “non convenzionali”, che dovrebbero mettere in allerta il proprietario, sull’affidabilità di un educatore cinofilo?

Purtroppo sono ancora molto diffuse in Italia metodologie di lavoro che comprendono “coercizione”: questa può passare attraverso collari a strozzo o scorrimento, collari elettrici, percosse o sottrazione di risorse considerate primarie per il cane. Sono questi i metodi che trovo più pericolosi, inefficaci ed eticamente condannabili. Più che una presunta affidabilità dell'educatore cinofilo, un proprietario dovrebbe dapprima informarsi sui titoli di studio e sulla formazione del professionista accertandosi delle metodiche utilizzate: che siano moderne, derivanti da studi etologici, basati sulla fisiologia e sul comportamento del cane.

elenco puntatoSofia quanto incidono gli errori, e la non consapevolezza di un percorso educativo del cane, dei proprietari sui problemi comportamentali futuri?

Alcuni comportamenti anche banali che si ritengono corretti, possono in verità portare a problematiche o difficoltà future. Molto spesso l’incomprensione e l’incapacità di comunicare fra uomo e cane porta a situazioni spiacevoli e difficili per entrambe le parti. Consapevolezza, conoscenza e metodo fungono da prevenzione e da base per costruire una relazione sinceramente affettuosa e proficua.

elenco puntatoIn cosa consiste un buon percorso educativo di base? Il costo sostenuto sarà contraccambiato dal nostro fido?

Un percorso educativo dovrebbe garantire al binomio il raggiungimento di un’armonia. Ogni percorso deve adattarsi alle esigenze e agli stili di vita del cane e del proprietario, rispettandone le qualità e le caratteristiche.

elenco puntatoCosa consigli ad un proprietario di un cane, presente o futuro?

Prima di tutto di informarsi, e di non sentirsi mai in difetto nel rivolgersi ad un professionista. Un educatore cinofilo ha il compito di approfondire, e semplificare, un rapporto e un affetto che spesso è già vivo e fervido. Grazie ad un percorso moltissimi problemi futuri possono essere evitati: consapevolezza e competenza garantiscono al proprietario di godersi appieno il proprio cane, senza dover mai rinunciare alla sua compagnia, e donandogli la vita che desidera per lui.

elenco puntatoSofia siamo in Abruzzo se dovessi dare un voto alla nostra regione, in materia di educazione cinofila, che voto gli daresti?

Non saprei dare un voto preciso, ma mi piacerebbe ricordare una frase di una delle docenti che ho avuto il piacere di incontrare durante la mia formazione, parafrasandola un pò: “è inutile rimanere delusi e bloccati dalle incomprensioni e dalle difficoltà: le conoscenze e i comportamenti fanno parte di una cultura, e la cultura si cambia!”

elenco puntatoBaudog.it, come te, è un sito “giovanissimo”: pensi che il web stia influendo ad aumentare la consapevolezza della cultura cinofila in Italia?

Il web è un mezzo potentissimo per diffondere le informazioni, e può aumentare e accrescere la cultura cinofila sotto molti aspetti. Ma la differenza la fa la qualità e sopratutto la capacità di criticità di chi legge. Bisogna saper selezionare. fra il fiume di parole, le informazioni: avere o aquisire uno sguardo critico è questo che farà progredire la cultura cinofila in Italia.

Ringraziamo per la disponibilità Sofia Antico che sicuramente ritroveremo in altri focus, per approfondire aspetti dell’educazione cinofila di base, che interessano molto i proprietari e gli amanti di questo meraviglioso mondo che è il cane.

Ti è stato utile questo articolo? Partecipa attivamente, commenta o condividi, dal sito o dalle nostre pagine social.

Immagine: Pixabay

 

Commenti offerti da CComment