fbpx
domenica , 18 Aprile 2021
Muro con scritto pedigree

Pedigree nel cane e il suo significato

Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2021 da Nico

Il pedigree del cane è sostanzialmente un documento che certifica le origini del nostro amico a quattro zampe. Il registro del libro genealogico è un documento ufficiale, che descrive la genealogia del cane e ne certifica l’accuratezza delle sue origini.

Tra i proprietari tuttavia regna una certa confusione, sul reale utilizzo di questo documento. Cerchiamo di fare chiarezza.

Pedigree nel cane significato

Il pedigree del cane viene attribuito solo ai cuccioli di due cani, che hanno già pedigree, dall’allevamento dove sono nati. Il documento contiene il nome del cane, la sua razza, il nome dell’allevatore, i genitori, la data di nascita e i dati del suo albero genealogico fino alla terza generazione.

Il altre parole il certificato pedigree del cane, il suo documento di identità. In termini cinofili è anche un modo che si usa per certificare la genealogia della razza. Quando nasce una cucciolata, gli allevatori devono registrare i cuccioli presso ENCI dove sono associati.

Attraverso la documentazione aggiornata, determinata anche da analisi mediche specifiche, si aiuta a migliorare la razza, evitando consanguineità e altri problemi causati da incroci inappropriati.

Questo iter evita o delimita in modo più restrittivo, malattie genetiche come displasia dell’anca e altri patologie comuni alla singola razza. 

Per scoprire il pedigree del proprio cane, il proprietario deve verificare che l’allevatore o il privato, in cui il cane è stato ottenuto, sia regolarmente registrato all’Enci.

I cuccioli i cui genitori hanno già un pedigree hanno automaticamente già il diritto di avere una registrazione di razza. Armato di queste informazioni, il proprietario deve recarsi al Enci nella sua regione e presentare una domanda di registrazione a suo nome come nuovo proprietario. 

Quanti tipi di Pedigree esistono?

In Italia esistono due tipi di pedigree che sono rilasciati dall’ENCI: il ROI (ex LOI) abbreviazione di Registro Origini Italiano, e il RSR (ex LIR) sigla di Registro Supplementare Riconosciuti.

Il ROI rappresenta un documento (una sorta di carta d’identità) del cane di razza, dove vengono riportate tutte le specifiche dell’animale domestico inclusa la genealogia di discendenza.

Le norme che disciplinano la registrazione nell’uno o nell’altro registro sono diverse. Vengono iscritti nel registro ROI tutti i cani che hanno una genealogia certificata.

Il RSR è il registro dove ospita i dati dei cani riconosciuti come capostipiti di razza. Questo significa che benché il cane assomiglia in tutto e per tutto a una determinata razza, non ci sono i documenti genealogici (pedigree) che lo provano.

Nel momento dell’acquisto di un cucciolo, dobbiamo considerare che L’ENCI non controlla con frequenza i difetti morfologici, inclinazione caratteriale e tutti gli standard di razza.

Dunque diventa fondamentale rivolgersi a centri di allevamento professionali, ossia che rilasciano un cane di razza con pedigree, in modo da conoscere la linea di sangue con accoppiamenti mirati al miglioramento.

Come capire se il pedigree e originale?

  • Capire se un allevamento di cani è serio e professionale basta valutare;
  • Deve essere riconosciuto Enci o FCI,  in genere alleva massimo 2 razze;
  • Possiede e mantiene progenie in buona salute e infine cede i cuccioli a partire dai 2 mesi con libretto sanitario aggiornato e microchip.

Per maggiore sicurezza chiedi di visualizzare il pedigree dei genitori e fai la fotocopia del modulo A e B. I documenti originali vengono spediti dall’ Enci, ma comunque contattare gli enti sopra menzionati non è sbagliato.

Border collie con pedigree
Pedigree per cani

Obbligo del pedigree per chi vende o chi acquista

Chi desidera comperare un cane di razza deve sempre pretendere il pedigree dal venditore: se il cucciolo ne è privo, per quanto meritevole di affetto non può definirsi e non può essere venduto come un cane di razza.

Il decreto legislativo 529/1992 con il quale sono state attuate le norme sulla commercializzazione degli animali di razza, prevede una sanzione amministrativa da 10.000 € a 60.000 € per la vendita di cani che non rispettano la normativa.

Questa sanzione vale per gli allevamenti professionali e amatoriali e privati, che vendono un cucciolo sprovvisto di pedigree spacciandolo di razza.

Se è stato acquistato un cucciolo, l’allevatore dovrà consegnare il pedigree dopo circa sei mesi. Se il cane è intestato a lui, dovrà essere eseguito il passaggio di proprietario presso la sede Enci.

Nel caso in cui il cane non abbia invece effettivamente il pedigree come concordato, allora in questo caso il proprietario potrete citare il venditore chiedendo una riduzione del prezzo e il risarcimento del danno a titolo di inadempimento contrattuale.

Come ottenere il Pedigree del cane

Innanzitutto chiariamo quando alcuni pseudo allevatori propongono una tariffa del cucciolo con pedigree ad un prezzo rialzato rispetto a quello senza. È una truffa e questo spiega anche la professionalità di chi l’ha proposto.

Un allevatore serio e professionale il pedigree lo fa a prescindere.

Il costo sostenuto per avere il pedigree dei cuccioli, sarà ampiamente recuperato con la vendita del cucciolo, anche perché i privati ormai chiedono prezzi più o meno simili dei cuccioli nati negli allevamenti seri.

Quindi stare alla larga da tutti coloro che vi dicono col pedigree 1500€, senza costa 800€.

Per procurarsi il pedigree del cucciolo bisogna compilare e inviare il modulo A ENCI, per la dichiarazione di avvenuta monta e nascita dei cuccioli. Il costo da sostenere per dichiarazione, se effettuata entro 25 giorni dalla nascita è 14,50€ per tutta la cucciolata. Superato il termine si andrà a sostenere una maggiorazione e si dovrà eseguire il prelievo del campione biologico per il deposito del DNA.

Successivamente si invia anche il modulo B ENCI, per la dichiarazione dei nascita della cucciolata e la richiesta soggettiva del cucciolo per ottenere il pedigree. Il costo da sostenere per ogni cucciolo è di circa 20,00€.  In caso di ritardi nell’invio del modulo, entro 90 giorni dalla nascita, si pagheranno delle piccole maggiorazioni. Infine circa 8,50 € per spese di segreteria alla sede ENCI a cui ci siamo rivolti.

Sommando i costi fin qui sostenuti, possiamo affermare che per ottenere il pedigree si dovrà spendere circa 40 € a cucciolo!

Ottenere il pedigree del cane adulto senza certificato genealogico

Potrebbe trovarsi la situazione che in alcune razze venga tenuta aperta la selezione permettendo di creare un pedigree di nuova generazione. In altri termini se un cane di razza è sprovvisto di pedigree si potrebbe fare richiesta per ottenerlo.

Innanzitutto si contatta il club di razza di appartenenza, e se la selezione è aperta seguire l’iter che vi verrà fornito. Se la selezione è chiusa significa che sarà piuttosto difficile ottenere questo documento.

Un’altra procedura per ottenere il pedigree è iscrivere il proprio animale domestico  in una Esposizione in categoria RSR.  Il giudice determinerà i requisiti del vostro cane e se morfologicamente rispetta lo standard e attesta di essere un rappresentante della razza, il giudice vi consegnerà un certificato di tipicità.

Bisognerà consegnare tale certificato all’ENCI il quale concederà pedigree di nuova generazione, ad un costo di circa 40 €.

Divieto vendita di cani senza pedigree

Si possono vendere cani meticci? Ogni proprietario deve avere la consapevolezza che vendere cani senza pedigree è illegale. Il riferimento normativo è il decreto legislativo n. 529, del 30 dicembre 1992, che all’art. 5 comma 1 cita:

È consentita la commercializzazione di animali di razza di origine nazionale e comunitaria, nonché dello sperma, degli ovuli e degli embrioni dei medesimi, esclusivamente con riferimento a soggetti iscritti ai libri genealogici o registri anagrafici, di cui al precedente art. 1, comma 1, lettere a) e b), e che risultino accompagnati da apposita certificazione genealogica, rilasciata dall’associazione degli allevatori che detiene il relativo libro genealogico o il registro anagrafico.

Potrebbe interessarti: cosa da sapere prima di acquistare un cane

Cosa fare se hai smarrito il pedigree del tuo cane

Trovare il pedigree del cane derubato, perso o distrutto, è possibile: attivare la procedura di richiesta di duplicato del pedigree tramite modulo ENCI. Nella documentazione deve essere inclusa la denuncia di furto o smarrimento avanzata alle autorità competenti.

Se il certificato genealogico è parzialmente distrutto o deteriorato, si dovrà allegare ciò che ne resta. Inoltre deve essere allegato una copia del documento di identità. Il costo per la richiesta e la spedizione del duplicato del certificato genealogico del cane, ha un costo di circa 60€.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda come avere il pedigree del cane, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?

Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, nella nostra pagina facebook o sul canale telegram.

Check Also

Donna che raccoglie gli escrementi del proprio cane

Raccolta delle feci del cane e le possibili multe

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2021 da Nico La raccolta delle deiezioni del cane è un …

Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina

0
Mi piacerebbe i tuoi pensieri, per favore commenta.x
()
x