fbpx
sabato , 6 Marzo 2021
Donna che raccoglie gli escrementi del proprio cane

Raccolta delle feci del cane e le possibili multe

Ultimo aggiornamento: 16 Gennaio 2021 da Nico

La raccolta delle deiezioni del cane è un tema che accende molto gli animi, sia per chi possiede un amico a quattro zampe che per chi ne è privo.

Un famoso detto popolare recita che calpestare la cacca porta fortuna tuttavia, lungi dall’essere una certezza. La cacca non raccolta dai proprietari è diventato un grave problema ambientale, con un forte impatto sulla salute pubblica.

Raccogliere gli escrementi del proprio cane è un dovere civico e giuridico

La cattiva abitudine di alcuni proprietari, di dimenticare di raccogliere la cacca per strada, è decisamente il riflesso della mancanza di educazione che si scontra con le regole di convivenza di una società animalista.

Sono rimasto sorpreso nel scoprire che da una ricerca in rete un cane di taglia media, cioè circa 15 chili, evacua ogni giorno circa 600 grammi di feci.

Deiezioni canine: cosa dice la legge?

In Italia normativa di riferimento è 6 agosto 2013 art.1 comma 4

“E’ fatto obbligo a chiunque conduca il cane in ambito urbano raccoglierne le feci e avere con se’ strumenti idonei alla raccolta delle stesse.”

Una sanzione media, per chi non ottempera a questo obbligo, varia da 50€ a 1000€

Per questo genere di condotta, ci sarebbe anche da citare, il riferimento dell’articolo 639 del codice penale, per il reato di imbrattamento deiezioni canine. In questo caso l’entità della pena varia a seconda di dove è stato commesso il fatto.

Un proprietario consapevole deve evitare il rischio che i cani possano sporcare i beni pubblici (o di proprietà terzi) quali i muri, auto e strade.

Tutti i comuni hanno emanato un regolamento per la raccolta deiezioni dei cani sia, solide che liquide. In linea generale possiamo riassumere la normativa, in questi punti condivisi:

1. I proprietari, o detentori, dei cani hanno l’obbligo di raccogliere le deiezioni solide prodotte dai cani, in modo da mantenere lo stato di igiene e decoro del luogo.

2. Gli obblighi sussistono per qualsiasi area, sia essa pubblica che privata o condominiale.

3. I detentori di cani devono essere muniti di sacchetti per la raccolta igienica dei bisogni del cane, con o senza paletta.

4. I proprietari devono provvedere a pulire le deiezioni liquide con opportuni contenitori d’acqua, alla quale non devono essere aggiunte sostanze detergenti o solventi.

5. I proprietari devono ridurre il rischio che i cani possano sporcare i beni di proprietà di terzi, quali muri o auto parcheggiate, intervenendo preventivamente ove possibile.

6. Tali obblighi non vengono applicate se i conduttori sono non vedenti o ipovedenti.

Pericolosità delle feci del cane, lasciate in strada

Il problema inizia dal momento in cui feci animali toccano terra: cattivo odore e mosche sono l’inizio di un ciclo pericoloso che comporta gravi rischi per la salute.

Dopo 24 ore il sole e l’umidità iniziano a fare la loro parte: da un lato i raggi del sole solidificano le feci dei cani, con creazione di particelle volatili che sono disperse nell’ambiente.  Anche l’umidità e la pioggia fanno disperdere le feci del cane, aumentando la possibilità di contaminazione dell’acqua e dell’aria.

immagine link suggerito verso articolo correlato affido del cane in caso di separazione

In uno studio condotto in Francia nel 2018, sono stati analizzati campioni di feci dei cani, e i risultati hanno rivelato che il 71% degli stessi contenevano diversi parassiti, quali Toxocarisi e Ancylo stoma braziliense. Questi due parassiti sono comuni dell’intestino del cane, e in determinate condizioni possono essere trasmessi all’uomo e causare malattie.

Come raccogliere le feci del cane

Se hai accolto da poco un cane ed è la tua prima volta di fido, potresti aver bisogno di un chiarimento sul modo corretto di raccogliere le deiezioni canine.

Ci sono diverse alternative per smaltire le feci, quello più pratico sono i sacchetti specifici che potresti sceglierli nella versione decomponibile.

Donna che raccoglie e getta gli escrementi del proprio cane

Quando si raccolgono gli escrementi è fondamentale non toccarli direttamente con le mani: aprite il sacchetto e infilatelo nella mano, raccogliete i bisogni di fido e una volta raccolti, chiudete il sacchetto con un nodo.

Smaltite il sacchetto delle deiezioni canine in un cestino dei rifiuti: molte città hanno dotato in punti strategici di appositi contenitori per i bisogni del nostro amico a quattro zampe.

Se resta qualche frammento molle sull’asfalto, tramite una bottiglietta, versate dell’acqua per un piccolo lavaggio.

Misure creative dal mondo, per lo smaltimento delle feci dei cani

Nel gennaio 2017 Brian Harper, un 66enne in Inghilterra, ha attivato la prima lampada che funziona con le feci di cane, da cui si ottiene il metano che consente l’alimentazione del sistema

Dieci persone depositano un sacchetto di carta, con la cacca cani, nel sistema che si traduce direttamente in due ore di illuminazione notturna.

Intervista a Brian Harper

Sempre nel 2017, nella città di Waterloo in Canada, è stato lanciato un piano per convertire le cacche di cane di cani in energia al fine di ottiene un biogas che può essere bruciato per produrre energia e calore.

Nel 2015 le autorità della città di Izumisano, situata a Osaka, nel Giappone centrale, hanno sviluppato un’applicazione mobile per segnalare la presenza di escrementi cani sul marciapiede. L’obiettivo? Crea una mappa interattiva e aiuta i servizi di pulizia.

Nel 2013, un test pilota ideato dall’agenzia pubblicitaria, per la città di Brunete a Madrid, è stata premiata per aver portato un’idea originale alla città. 

Chiamata The Remote Control Poop, consisteva nell’invio in meno di 48 ore di una scatola con un contenuto inaspettato: gli escrementi del cane, con una notifica che avvertiva dei pericoli di tale gesto e la possibilità di essere multato.

Raccogliere gli escrementi dei cani: la raccolta differenziata

È abbastanza noto che per raccogliere le deiezioni del cane, comunemente si usano i sacchetti di plastica. Ma sappiamo la plastica è una delle principali fonti di inquinamento del nostro pianeta.

Ma perché il proprietario medio continua ad utilizzare i sacchetti di plastica?

Per due ragioni. Innanzitutto i sacchetti di plastica sono comodi e facili da usare per raccogliere gli escrementi per cani. In secondo luogo questi sacchetti, usa e getta, possono essere acquistati a prezzi decisamente bassi.

Ma per il proprietario consapevole 2.0 ci sono più opzioni bio per i sacchetti delle feci del cane? Certo, ci sono ma il problema è che devi essere sicuro di acquistare quello giusto.

Raccogli gli escrementi di fido in un sacchetto biodegradabile. È un’ottima idea ecologica e si decomporrà come previsto nelle giuste condizioni.

Modi alternativi con cui puoi utilizzare le deiezioni del cane

Stanco di usare sacchetti di plastica per raccogliere la feci del tuo cane? Ci sono molti modi in cui puoi riciclare le feci del cane, senza usare tutta quella plastica o senza averne l’odore nel cestino.

Compostaggio feci cani

Se non hai il compost a casa, puoi creare un cestino per il compostaggio o acquistare uno specifico per la cacca di cane.

Congelare gli escrementi cane

No, non devi andare nel tuo congelatore! Puoi usare gli spray congelanti per rendere solida la cacca, più facile da raccogliere. Questo aiuta a eliminare gli odori e raccogliere feci molli.

L’articolo oggetto dell’approfondimento riguarda la gestione delle deiezioni canine, tuttavia ricordiamo che lo stesso è puramente informativo. Vuoi rendere più utile questo post aggiungendo il tuo contributo?

Partecipa attivamente e lascia un tuo commento in questa pagina, nella nostra pagina facebook o sul canale telegram.

Check Also

cane ansioso

Affidamento degli animali: la separazione dei coniugi o conviventi

Ultimo aggiornamento: 31 Dicembre 2020 da Nico Veniamo subito al sodo: in caso di separazione …

Non puoi copiare il contenuto di questa pagina