Il mastino abruzzese

Il Mastino Abruzzese ha ottenuto il riconoscimento di "patrimonio regionale" della Regione Abruzzo, ma non è riconosciuto né della F.C.I. né dall' E.N.C.I. giacché, nel 1958, è stata accettata la fusione del Mastino Abruzzese e del Pastore Maremmano nello standard di razza del Pastore Maremmano Abruzzese.

IL MASTINO ABRUZZESE

Il Mastino Abruzzese è un cane di grande taglia dal pelo bianco e lungo: il colore chiaro da un lato lo rende facilmente individuabile in caso di contrasti notturni con predatori, dall'altro rappresenta un elemento spia di possibili “inquinamenti genetici”.

Vedere il Mastino Abruzzese al lavoro è affascinante: il suo attaccamento al gregge e l’indiscusso coraggio lo portano a difendere senza mai indietreggiare. È dotato di agilità ma anche di grande resistenza nei lunghi spostamenti; si adatta a tutte le condizioni climatiche e nonostante le imponenti dimensioni è spartano nell'alimentazione.

Immagine: Goolge con diritto di riutilizzo

Commenti offerti da CComment